Non riceve alcun finanziamento pubblico
stampAcritica
G I O R N A L I S M O    I N D I P E n D E N T E  la voce degli ultimi

Registrazione Tribunale di Roma n°9/2011 del 20 gennaio

Numero 04/2015

Direttore Responsabile Claudio Caldarelli - Direttore Editoriale Eligio Scatolini - Coordinatrice di Redazione Patrizia Vindigni - Vice Coordinatore di redazione Carlo Faloci

 
INSULTO 

Non sempre un INSULTO si mostra in una parola sgarbata. Posso garantirti che l’offesa non giunge, quasi mai, da ‘parolacce’. Prevedibili nella loro banale schiettezza, queste difficilmente hanno il potere di ferirci. Amoremiovitamia,l’insulto ha una natura più sottile che lo rende più efficace e insidioso.

Luca De RisiRubriche/Voci/2015/2/28_INSULTO.html
Raccoltaraccolta_langolo_del_libro_3.html
L’ANGOLO GIURIDICO
Raccoltaraccolta_angolo_giuridico_3.html

EDITORIALE

Ci siamo anche noi

L’eretico


Se vogliamo che la crisi non sia soltanto una sconfitta del mondo del lavoro, se crediamo in un futuro più giusto.

Si sta chiedendo, l’eretico, se il governo del boyscout fiorentino ha vocazione di supermercato. Dopo pezzi di Finmeccanica (Ansaldo Breda, per il momento), dopo un altro pezzo di Enel (5,7% per 2,2 miliardi di Euro, lo Stato scenderà al 25%), ora siamo alle torri di Rai Way. Rimarrebbe allo stato il 51%, ha garantito (?) l’ex sindaco di Firenze che, rottamato il senato, penserà probabilmente a venderne la sede, Palazzo Madama.


Lo strano è che l’offerta sulle torri (dimenticava di dirlo, l’eretico), è stata presentata per l’intero pacchetto azionario e, guarda caso, dal pregiudicato di Arcore. Tutto questo dopo che improvvisamente, prima il 14 gennaio, poi il 22, c’erano stati anomali movimenti di azioni e del loro valore. Una volta fatti del genere si chiamavano aggiotaggio ed erano reato. Oggi, a detta di qualcuno, si chiamano post-nazareno.


 ....Continua

La SATIRA IN PILLOLE di

Marco Camillieri

Matteo Renzi: “L'industria italiana è seconda solo alla Germania".

Quella è la retromarcia.



 PRIMO PIANOPrimo_Piano/Primo_Piano.htmlPrimo_Piano/Primo_Piano.htmlshapeimage_7_link_0
L’ANGOLO DEL LIBRO
100 PAROLE A MIA FIGLIA
Papa Francesco, il primo papa nella storia della chiesa che ha scomunicato i mafiosi. Questo è accaduto un anno fa. Prima di lui nessun papa aveva mai usato parole così dure nei confronti della mafia. E’ tornato sull’argomento: convertitevi. Poi il rimprovero sugli inchini ai boss mafiosi nelle processioni religiose infiltrate dai clan. Era il 1993 quando papa Giovanni Paolo II ad Agrigento tuonava con l’indice puntato rivolto ai mafiosi: pentitevi. 
di Claudio Caldarelli - Eligio ScatoliniPrimo_Piano/Voci/2015/2/28_Papa_Francesco__mafiosi_fuori_dalle_chiese.html

Banca criminale: per la prima volta in tv Falciani si confronta sulla sua "lista"


di Angelica Basile



L'ultimo scandalo economico che ha investito l'Europa intera e non ha  risparmiato l'Italia, patria dell'evasione fiscale, ha un nome ben preciso: "lista Falciani". Il nome è quello dell’ingegnere informatico italo-francese che ha lavorato per la banca privata di Ginevra HSBC, e che – qualche settimana fa – ha reso pubblico un lunghissimo elenco di nomi (circa 30.000) coinvolti in un giro di evasione fiscale, basato principalmente sul fatto che la filiale ginevrina della banca inglese HSBC abbia aiutato i suoi clienti "ricchi" a frodare il fisco del proprio Paese non comunicando i propri conti e creandone di nuovi off-shore, per un giro economico di almeno 100 miliardi di dollari. In Italia lo scandalo non ha avuto la stessa risonanza di altri Paesi, nonostante il fatto che ben 7.000 cittadini del Bel Paese siano stati coinvolti nella "lista Falciani".



....Continua

a cura dell’avvocato

Antonella Virgilio

avv.avirgilio@stampacritica.it

ARTE E CULTURA e CINEMAArte_Cultura_e_Cinema/Arte_Cultura_e_Cinema.html
RUBRICHERubriche/Rubriche.htmlRubriche/Rubriche.htmlshapeimage_13_link_0
ATTUALITA’Attualita/Attualita.html
Raccoltacento_parole_a_mia_figlia_3.html
Contro lo smantellamento dei diritti

La Camusso boccia il job’s act e avanza una sua proposta
Intervistata da La Repubblica il segretario generale della CGIL, Susanna Camusso, avanza...
Mario Guido FalociAttualita/Voci/2015/2/28_Contro_lo_smantellamento_dei_diritti.html
Salvando Filottete: La leggerezza della vita quotidiana

I racconti per piccoli, per adulti, per giovani, da sempre hanno stuzzicato la fantasia di milioni di persone. A volte hanno denunciato, altre hanno generato riso, oppure una profonda malinconia.

Daniele AltinaRubriche/Voci/2015/2/28_Salvando_Filottete__La_leggerezza_della_vita_quotidiana.html
La discesa dei “barbari”
I tifosi arcaici: quelli che in “Barcaccia”, leggono solo un mezzo nautico ridotto male.
Pensare che nel 2015, qualcuno sia ancora capace di ridursi "barbaro" per una partita di calcio, lascia parecchia tristezza, sgomento.
Sara Di PaoloAttualita/Voci/2015/2/28_La_discesa_dei_barbari.html
Il re dei clochard
La piazza rotonda del Pantheon é raffinata come una musica di Arcangelo Corelli. Una musica che l'ascolti e ti passa la paura. Corelli è sepolto qui, dentro al Pantheon...
Daniela BaronciniAttualita/Voci/2015/2/15_Il_re_dei_clochard.html



Schuld in tedesco significa due cose: debito e colpa. Che colpa hanno i greci per l'Europa, in particolare per i tedeschi? Quella di aver fatto un debito insostenibile, il 181% del PIL. Però le colpe vanno espiate, i debiti vanno pagati. Ci sono ancora 4 mesi di tempo. Per adesso la Grecia di Tsipras torna a respirare. Ma i tedeschi sono pronti a chiedere conto di promesse di riforme e piani di lotta alla corruzione e all'evasione fiscale. Sicuramente i tedeschi, e non solo, non vogliono pagare debiti di cui non hanno colpa. Speriamo che tra 4 mesi non si debba parlare ancora di Grexit, ma di Erfolg (Successo, in tedesco naturalmente).

FLASH

di Enea Morrone

Impressionisti!

I maestri del saper guardare: figli del Romanticismo, del Realismo e di una ribellione passionale.

Sara Di PaoloArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/2/28_Impressionisti.html

Cardinali contro!


di Carlo Faloci


Sarebbero scomunicati, se al posto di Francesco ci fosse il papa che avrebbero voluto …


E’ stata messa la sordina ai fatti che riguardano l’attività di Papa Francesco all’interno delle mura Vaticane, soprattutto per quanto riguarda la riforma della Curia. Si preferisce limitare le notizie a qualche contenuto (non importante, preferibilmente folcloristico) delle omelie a S. Marta. Non altro.

C’è da  chiedersi soprattutto perché maggiore spazio ottengono le notizie di chi si oppone alla “rottamazione” di una struttura che si è appesantita nei secoli. Così appesantita da avere perso la vera ispirazione.

C’è da chiedersi quali poteri di conservazione ispirano i silenzi e i dissensi.

C’è da chiedersi quanto riuscirà a fare, papa Francesco, delle tante cose necessarie alla realizzazione delle promesse del Concilio Vaticano Secondo.


....Continua

Scott Pilgrim vs. The World  – Edgar Wright 
Geniale e trash allo stesso tempo, Scott Pilgrim vs. the World è un film a sè che utilizza il linguaggio dei nerd a tutto tondo per raccontare quella che in fondo è una storia di tutti i giorni.
Marco CamillieriArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/2/28_Scott_Pilgrim_vs._The_World_Edgar_Wright.html

Apartheid alle donne

Patrizia Vindigni


Negli anni “70 in Italia e in Europa le donne hanno cominciato a scendere in piazza per rivendicare il diritto alla propria vita, alle proprie scelte, per sottolineare l’importanza di un rapporto paritario con gli uomini. Una lunga battaglia che, ancora oggi, non si è conclusa visto che fattori discriminanti, di fatto, esistono sui posti di lavoro, nella mentalità ancora troppo ancorata a vecchi rassicuranti canoni. Il cambiamento fa sempre paura.

Nel mondo invece esistono ancora moltissime situazioni che possono essere definite come un vero e proprio apartheid al femminile.

In Africa è solo da poco tempo che alcune donne, grazie a forme di mini prestito, stanno finalmente cominciando a comprendere di avere la possibilità di scegliere, affrancandosi da un dominio familiare e maritale che dura da secoli.

....Continua

Vitalizio ai condannati


di Simone Cerulli


Si torna a parlare del vitalizio agli ex parlamentari condannati dopo lo scambio di opinioni tra il presidente del Senato Pietro Grasso e il presidente emerito della Consulta Cesare Mirabelli. Quest’ultimo, in un documento indirizzato al Consiglio di presidenza del Senato, ha espresso lo scorso 19 febbraio il parere che non trovi «adeguata giustificazione la completa ablazione o la perdita del diritto pensionistico», e che siano «plurime e rilevanti criticità costituzionali» della possibile deliberazione, così come pensata, da parte dello stesso Consiglio di presidenza.


Al presidente del Senato si è affiancata la Boldrini, che ha dichiarato: «La mia posizione sui vitalizi agli ex parlamentari è chiara e nota da tempo: ritengo personalmente inaccettabile che si continui ad erogarli a chi si è macchiato di reati gravi come mafia e corruzione.


....Continua

La cassaforte
C'è lista e lista
Il catalogo dell'Ikea, la lista della spesa, l'inventario di un negozio, il vocabolario, sono elenchi reali e decisamente pratici. Sono assolutamente poetiche invece le liste d'inviti (che creano aspettative)...
Daniela BaronciniAttualita/Voci/2015/2/15_La_cassaforte.html
TRACCE

Nel pianificare il viaggio a Matera avevo messo in conto anche un passaggio ad Altamura, una deviazione di 20 km. Un po' per vedere la Cattedrale e un po' per comprare il pane. 

Daniela BaronciniAttualita/Voci/2015/2/28_TRACCE.html
BIRDMAN

"Birdman o (L'imprevedibile virtù dell'ignoranza)" è il titolo del film che quest'anno si è portato a casa ben quattro statuette nella notte degli Oscar, tra cui la più ambita di tutte, quella di miglior film (oltre a quella di miglior regia, miglior sceneggiatura originale e miglior fotografia).                                                                                                                                                                                                                                      

Angelica BasileArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/2/28_BIRDMAN.html

Libia: breve sommario delle truppe all'inferno


di Riccardo Tavani


La Libia è circa cinque volte più grande dell'Italia e ha quasi un decimo in meno della sua popolazione. I suoi confini sono stati tracciati con la riga su una carta geografica da Francia, Gran Bretagna, Italia ed Egitto, seguendo più o meno il reticolo formato da meridiani e paralleli terrestri. Oggi si ritrova avviluppata dentro un reticolo di guerra con crimini, dolori, esodi infernali per le sue varie popolazioni ed etnie. Ha due governi contrapposti, uno insediato nella vecchia capitale Tripoli, l'altro a Tobruk, nella Cirenaica, a un colpo d'ala dal confine egiziano.

 ....Continua

Un cecchino sul tetto per Di Matteo

di Claudio Caldarelli - Eligio Scatolini

Cambia la strategia di Cosa Nostra per uccidere Nino Di Matteo, il Pm di Palermo che indaga sulla trattativa Stato-mafia. Niente tritolo. Ma copiando il film “American sniper” di Clint Eastwood, un cecchino appostato sul tetto con un fucile di precisione. La memoria corre ai frammenti di filmati in cui evince l’uccisione del presidente americano Kennedy. Viene sempre da pensare ai servizi segreti. Viene da pensare che il calcolo delle traiettorie e delle triangolazioni, partendo da un tetto, per assassinare una persona scomoda, non sia un compito facile senza aiutino di qualche apparato, che dovrebbe invece garantire la sicurezza e l’incolumità.


 ....Continua

Hooligan
Una guerriglia annunciata...
Il Sindaco Il Prefetto ed il Questore di Roma hanno fatto l’ennesimo errore di sottovalutare i disordini accaduti nel cuore della gente capitale in occasione  dell’incontro di calcio Roma-Feyenoord.

Roberto ColasuonnoAttualita/Voci/2015/2/28_Hooligan.html
Reato di sottrazione del figlio per la madre che si trasferisce dopo la separazione
Limitata possibilità di trasferimento in altre città per i coniugi separati con figli minori di 14 anni: il rischio è di subire un processo penale per sottrazione di minore. 

Secondo un recente orientamento giurisprudenziale rischia la condanna per reato di sottrazione di minori la madre separata che si trasferisce con il figlio minore in un’altra città senza il consenso dell’ex e senza previa autorizzazione del giudice. (Cass. sent. n. 5906 del 6 febbraio 2013)

dal numero 6/2013
LEGGIRubriche/Voci/2013/3/30_Sottrazione_di_minore.html

Corruzione: cancro sociale

di Claudio Caldarelli

“Il 27 marzo 2014, in San Pietro, 492 parlamentari e una trentina fra ministri e sottosegretari hanno partecipato ad una messa officiata da Papa Francesco. Così, se non proprio tutta, gran parte della classe politica italiana si è sentita rivolgere un’omelia sferzante contro la corruzione, introdotta dall’ammonimento evangelico su chi non ascolta e procede ostinatamente secondo il suo cuore malvagio. I politici presenti all’omelia certamente non sono tutti di cuore malvagio, ma di ascolto si direbbe che ne abbiano prestato poco. Difatti è passato quasi un anno, ma ancora imperversano sofismi, alibi e veti incrociati che in buona sostanza continuano a respingere ogni tentativo (anche i meno audaci) di dettare norme più efficaci contro la corruzione…


 ....Continua

La cultura condannata a morte


di Luca De Risi


Tanwir’ è il termine con cui si designa la ‘rinascita’ che ha caratterizzato la civiltà araba sul finire dell’Ottocento, dopo anni di impoverimento culturale: un fermento di pensieri e di idee simile al nostro illuminismo. Tanwir è il nome che si era data ‘l’Associazione di donne illuminate’ fondata quattro anni fa da Intisar Al Hassairi, attivista libica di 35 anni impegnata nella promozione e nella difesa della pace nel suo martoriato paese. Una voce che oggi è stata soffocata; una luce che da oggi si è spenta. Intisar Al Hassairi è stata uccisa.


Era a Tripoli, a bordo di un’auto con la zia, quando i sicari l’hanno crivellata di colpi al punto da renderne difficile l’identificazione. Non si sa chi siano gli assassini, né i mandanti, sappiamo però che in questi 4 anni Al Hassairi si era esposta in prima persona, scagliandosi contro ogni forma di estremismo radicale: quello del Califfato dell’Isis, che avanza minacciosamente

....Continua

Il problema della rappresentanza post-PD
Da Sergio Cofferati, una via per la nuova sinistra
Si è sempre dimostrato uomo con le idee chiare Sergio Cofferati, sia quando presiedeva (con successo) la CGIL, sia quando...
Mario Guido FalociAttualita/Voci/2015/2/28_Il_problema_della_rappresentanza_post-PD.html
Il terremoto, e il trapano di papà
Il giorno che Dio, o il Caso, o Chi lo sa, ha dato un colpo al nostro pianeta così, come si dà la spinta a una biglia sulla sabbia, mettendo in moto rotazioni, rivoluzioni ed esplosioni, pressioni e tensioni…
Daniela BaronciniAttualita/Voci/2015/2/28_Il_terremoto,_e_il_trapano_di_papa.html
(Est-que) Je suis Charlie?

Siamo tutti Charlie? 
Questo l'interrogativo principale che, da un mese e mezzo a questa parte, ha coinvolto esponenti politici, giornalisti, vignettisti e milioni di utenti della rete. 

Giovanni Antonio FoisAttualita/Voci/2015/2/28_%28Est-que%29_Je_suis_Charlie.html
Deflazione ed austerità non portano a buoni fini
Amartya Sen si dimette dall’Università
“L’Europa ha bisogno di riforme, non solo di austerità. Oltre a una visione politica più ampia, serve una più riflessione economica”
Immacolata D’AngeloAttualita/Voci/2015/2/28_Deflazione_ed_austerita_non_portano_a_buoni_fini_1.html
Tutti contro Salvini

Fino a poche ore fa la capitale ha fatto da sfondo ad uno dei più cruenti scontri ideologici (e non solo) degli ultimi anni. Matteo Salvini, lega nord, candidato a prossimo leader del centrodestra...

Giovanni Antonio FoisAttualita/Voci/2015/2/28_Tutti_contro_Salvini.html

I cambiamenti del Jobs Act

di Mario Guido Faloci


Cosa comporta la riforma del mercato del lavoro

Col Jobs Act, varato dal Governo Renzi, in modo quantomai “discutibile”, ovvero tirando dritto rispetto al parere delle commissioni parlamentari, esautorando l’organo legislativo da ogni possibile dibattito (anche quello costruttivo, migliorativo), cambia il panorama del mondo del lavoro italiano.

Come cambia:

-Ora, l’unico modo di assumere per le aziende, sarà con un contratto a tempo indeterminato, ma “a tutele crescenti”, in relazione all’anzianità di servizio: dilazionando la piena disponibilità delle tutele legali, vengono aboliti tutti i contratti atipici (ovviamente, salvando le situazioni preesistenti, quale regime transitorio, si spera finalizzandole al contratto

....Continua

La guerra intorno a noi 
L’urlo di terrore delle vittime di violenza sul nostro pianeta, la paura che percorre i prigionieri, le donne nelle mani dei loro aguzzini, lo sguardo di paura sui volti di bambini che vagano per città d’Africa aggredite dagli uomini di Boko Haram...
Patrizia VindigniAttualita/Voci/2015/2/28_La_guerra_intorno_a_noi.html
Libia: la continuazione del nulla con altri mezzi

Il generale prussiano Carl von Clausewitz, nel suo trattato "Della guerra", pubblicato per la prima volta nel 1832 dalla vedova, sparò una successione di tonanti aforismi le cui eco rimbombano in lontananza ancora oggi.
Riccardo TavaniPrimo_Piano/Voci/2015/2/28_Libia__la_continuazione_del_nulla_con_altri_mezzi.html

Papa Francesco:

mafiosi fuori dalle chiese

Grecia: Yanis Varoufakis, un marxista erratico alla guida della economia 

Nel precedente numero di Stampa Critica abbiamo diffusamente analizzato la vera natura dello scontro in atto tra la Grecia e un'Europa egemonizzata dalla Germania. Riassumiamolo qui in modo stringato.

Riccardo TavaniPrimo_Piano/Voci/2015/2/28_Grecia__Yanis_Varoufakis,_un_marxista_erratico_alla_guida_della_economia.html

Grecia: la solitudine nel cielo stellato d'Europa


di Riccardo Tavani


Si era appena concluso l'accordo tra Grecia ed Europa, che subito si sono scatenate reazioni contrastanti in ambiti diversi. Mentre le borse internazionali segnano rialzi e aperture di fiducia verso la tenuta dell'accordo, all'interno dell'arcipelago politico di Syriza si spalanca l'otre dei venti delle polemiche che investono ora Alexis Tsipras. Scende in campo addirittura il vecchio partigiano, eroe della resistenza greca al nazismo, Manolis Glezos, per accusare il giovane leader di alto tradimento di tutto il popolo greco. Manolis è un'icona vera e propria di Syriza, e sembra avesse il dente avvelenato con il ragazzo per l’elezione a Presidente della Repubblica che all’ultimo minuto gli ha negato.


 ....Continua

Carmine schiavone: furbo o pentito?

di Ludovica Morico


Lo scorso 22 Febbraio, a seguito di un infarto,  muore a 72 anni Carmine Schiavone, ex boss dei Casalesi e a lungo collaboratore di giustizia.

Molti gli attribuiscono l’etichetta di “camorrista”, ma nelle sue interviste lui teneva a precisare di non aver mai fatto parte della Camorra, ma della Mafia, di Cosa Nostra campana.

La Mafia, a suo dire, era ben più radicata nello Stato rispetto alla Camorra. Durante un’intervista a Le Iene del 2013, l’ex boss dichiarò apertamente che il clan controllava e gestiva la politica del territorio, non dando dei soldi a chi votasse un candidato di loro preferenza (questo lo facevano i camorristi) ma finanziando la campagna elettorale dei politici stessi che, una volta eletti, avrebbero dovuto “sdebitarsi” con loro.

....Continua

La luna del Corvo, la luna del vento (dedicata a Nicol)

di Claudio Caldarelli-Sergio Savini


“Ma come si fa a non prendere e stringere mani fino a sentir male, guardare fino a far lacrimare gli occhi, come si fa a vivere così, sapendo. Sapendo che possiamo celebrare finalmente insieme la diaspora dal nostro egoismo, fare una cosa sola, o anche due, e così scendere dal calvario di una vita che intanto ci inchioda a esser soli, sordi, ciechi e scontenti. Il cambiamento è voler resistere al male, comunque…”

C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d’antico, io vivo altrove, son tornate a fiorire le viole…un verso stupendo, “l’aquilone” di Giovanni Pascoli è la poesia della luna del vento o del Corvo, ne descrive i profumi, gli odori, le zolle. Così con la luna nuova, richiama nell’aria nuovi profumi.

....Continua

Tra Beckett e Kaurismaki il piccione vince sull’Uomo-uccello

Mai film così contrastanti nello stile e nei contenuti come “Birdman” e “Un piccione seduto sul ramo che riflette sull’esistenza”, i quali, però, hanno entrambi a che fare con un volatile, un Uomo-uccello e un banale piccione di città.
Riccardo TavaniArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/2/28_Tra_Beckett_e_Kaurismaki_il_piccione_vince_sullUomo-uccello.html
The imitation game,  2014,  Morten Tyldum
Alan Turing si suicidò nel 1954 a  41 anni a causa delle persecuzioni subite dalle autorità britanniche per la sua omosessualità.
Paola GiacchèArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/2/28_The_imitation_game,_2014,_Morten_Tyldum.html
Supercondriaco: ridere fa bene alla salute
La commedia francese sta avendo un grande successo. Sembra che ora i francesi siano gli unici ancora capaci di far ridere le persone al cinema, creando storie che...                                                                                                                                                                                       
Ludovica MoricoArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/2/28_Supercondriaco__ridere_fa_bene_alla_salute.html
La teoria del tutto, 2015, James Marsh
La ex moglie di Stephen Hawking ha raccontato le vicende di quella parte della sua vita che ha condiviso con il grande scienziato - Verso l'infinito -, svolgendo un ruolo decisivo per il futuro di Hawking.

Paoloa GiacchèArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/2/28_La_teoria_del_tutto,_2015,_James_Marsh.html
clicca per aprireArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/2/28_Il_mattone__6_Outsider.html
No, io non mi sento tranquillo
Sono giorni molto difficili per l’Italia. Nonostante il Festival di Sanremo, nonostante l’emozionante campionato di calcio, nonostante il nuovo singolo di Antonio Razzi, gli italiani non riescono a non pensare...
Marco CamillieriAttualita/Voci/2015/2/28_No,_io_non_mi_sento_tranquillo.html

LA GUERRA E’ UNA FOLLIA

Noi di StampaCritica

Avevano i loro progetti, i loro sogni,

ma le loro vite sono state spezzate.

L’umanità ha detto: “A me che importa?”

LEGGIPrimo_Piano/Voci/2014/9/18_LA_GUERRA_E_UNA_FOLLIA.html