Non riceve alcun finanziamento pubblico
stampAcritica
G I O R N A L I S M O    I N D I P E n D E N T E  la voce degli ultimi

Registrazione Tribunale di Roma n°9/2011 del 20 gennaio

Numero 07/2015

Direttore Responsabile Claudio Caldarelli - Direttore Editoriale Eligio Scatolini - Coordinatrice di Redazione Patrizia Vindigni - Vice Coordinatore di redazione Carlo Faloci

 
RACCONTO

Ho atteso stanotte la parola per l’ennesimo RACCONTO che possa fluire, grazie a te, in quel ‘cantico’ infinito che è la vita, così come desidero raccontartela.


Luca De RisiRubriche/Voci/2015/4/14_RACCONTO.html
L’ANGOLO GIURIDICO
Raccoltaraccolta_angolo_giuridico_3.html

EDITORIALE

La Resistenza e il 25 aprile di 70 anni fa

Carlo Faloci

Saremmo in grado oggi, nell’Italia democratica, con la Costituzione nata dalla Resistenza, saremmo in grado di fare altrettanto?

Settanta anni, sono passati settanta anni.

Quanti sono oggi in Italia quelli che ricordano i momenti storici della Resistenza e gli eventi del 25 aprile 1945?

Quanti sono quelli che sentono il dovere di ricordarli, nella consapevolezza che le vicende di allora sono la prima pietra della Costituzione (oggi che si pone mano con disinvolta leggerezza a modificarla)? Disse bene Piero Calamandrei: 

“Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra Costituzione.”

Le ricordano, queste cose, i giovani rottamatori della Leopolda? Hanno qualche significato, per loro? 


 ....Continua

La SATIRA IN PILLOLE di

Marco Camillieri


Radio Maria, il direttore chiede in diretta agli anziani di fare un lascito.
E' il Nuovissimo Testamento.


 PRIMO PIANOPrimo_Piano/Primo_Piano.htmlPrimo_Piano/Primo_Piano.htmlshapeimage_6_link_0
L’ANGOLO DEL LIBRO
100 PAROLE A MIA FIGLIA

L’infinita strage dei Rom

Claudio Caldarelli


La strage continua. Il popolo Rom, Sinti e Caminanti, cioè gli zingari continuano ad essere perseguitati, scacciati, umiliati e offesi. E’ una strage mentale oltre che fisica. Le dichiarazioni terribili di Matteo Salvini, leader della Lega Nord, di radere al suolo i campi Rom, stanno raccogliendo adesioni e consenso. Una cosa disgustosa che si ripete tutti i giorni, nelle battute da bar, di centinaia di persone, anche delle più insospettabili. Si sente ripetere sul treno, sugli autobus, nei luoghi di lavoro, anche da persone da noi conosciute e spesso amiche che si bisogna farla finita con i Rom. Non diamogli l’elemosina, cacciamoli via, non facciamoci intenerire dai bambini che portano con loro. Salvini ha ragione: radiamo al suolo i campi Rom.

Non ne posso più di stare ad ascoltarli. Mi vergogno di essere stato loro amico, di aver preso il caffè con loro, oppure di averci anche solo colloquiato. Si sentono forti, fanno gruppo, si spalleggiano nello sparlare dei Rom, delle donne Rom, dei bambini Rom. Ma sono solo poveri di spirito nel cuore e nell’anima, pieni di pregiudizi e di rancori. Persone che odiano i Rom perché odiano la diversità. Odiano i poveri senza sapere che poveri sono loro. Una strage culturale operata dal sistema che tollera l’offesa contro un popolo che non ha difese, perché non ha uno Stato e che non ha mai avuto eserciti e non ha mai fatto guerre. Eppure vengono perseguitati, offesi, bruciati, linciati, scacciati, puniti e umiliati. Una strage senza precedenti. L’infinita strage del popolo Rom.


....Continua

a cura dell’avvocato

Antonella Virgilio

avv.avirgilio@stampacritica.it

ARTE E CULTURA e CINEMAArte_Cultura_e_Cinema/Arte_Cultura_e_Cinema.html
RUBRICHERubriche/Rubriche.htmlRubriche/Rubriche.htmlshapeimage_11_link_0
ATTUALITA’Attualita/Attualita.html
Raccoltacento_parole_a_mia_figlia_3.html
Salvini? radiamo al suolo le sue aberranti ideologie

''Cosa farei se fossi al posto di Alfano e Renzi? Con un preavviso di sei mesi, raderei al suolo i campi rom''.
Queste le parole di Matteo Salvini...
Giovanni Antonio FoisAttualita/Voci/2015/4/14_Salvini_radiamo_al_suolo_le_sue_aberranti_ideologie.html
Amore senza fine	
Il racconto di una buona vita: Mi chiamo Pietro
Leggere il diario che racconta di un amore, di un’amicizia fatta di un vissuto quotidiano, il racconto di un affetto basato sulla reciproca comprensione, può emozionare. 
Patrizia VindigniRubriche/Voci/2015/4/14_Amore_senza_fine.html
Quando un magistrato incrocia uno squilibrato
Il tribunale di Milano si macchia di rosso, ma anche di giallo: dov’era la sicurezza?
Ogni mattina, in Italia, un magistrato si sveglia e sa che dovrà correre più in fretta dello squilibrato di turno, o verrà ucciso. 
Massimo SalvoAttualita/Voci/2015/4/14_Quando_un_magistrato_incrocia_uno_squilibrato.html
Accordo Iran: Obama indietreggia

La geopolitica è, prima d'ogni cosa, questione di equilibri. Tutti sullo stesso piano, con gli stessi ideali condivisi, con le stesse aspirazioni e, qualora possibile, anche con la stessa fede.

Giovanni Antonio FoisAttualita/Voci/2015/4/14_Accordo_Iran__Obama_indietreggia.html
La famiglia Belier
Risate e lacrime alla scoperta della famiglia che ha fatto commuovere la Francia
Commovente: questo è forse l'aggettivo che più si addice a "La famiglia Belier"...

Angelica BasileArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/4/14_La_famiglia_Belier.html

La tratta degli schiavi del  XXI secolo

Ludovica Morico


“Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibiti sotto qualsiasi forma.”

Così recita una parte della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, emanata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948. La dichiarazione altro non era che una conseguenza alla Seconda Guerra Mondiale e alla Shoà.

In una puntata de La Storia Siamo Noi, si parla di vero e proprio commercio di esseri umani. Ma non è una storia lontana dai giorni nostri: al contrario, ne fa parte. Così come gli schiavi venivano presi dall’Africa e portati a lavorare in America, oggi molti stranieri vengono presi dal loro Paese, gli viene promesso qualcosa di inesistente, e si trovano in breve tempo a lavorare in una condizione di schiavismo.


....Continua

Tutto su mia madre – Pedro Almodovar
Ah, che genio Almodovar! A chi verrebbe mai in mente di speculare sui sentimenti e le disgrazie altrui in maniera tanto intelligente? Chi avrebbe mai pensato a mettere insieme tante disgrazie...

Marco CamillieriArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/4/14_Tutto_su_mia_madre_Pedro_Almodovar.html

Dietro il pestaggio della Diaz

Mario Guido Faloci


Ulteriori riflessioni, dopo la sentenza della Corte Europea di Strasburgo

La domanda che dovrebbe sorgere spontanea è: "Perché, accadde quel massacro di inermi?".

Probabilmente, non lo sapremo mai, ma si può ipotizzare che fosse un tentativo, per imbrigliare il dissenso e soffocare ogni eventuale protesta, per ulteriori mosse, successive.

C'è da ricordare, che l'allora premier Berlusconi, rammentava bene il suo precedente fallimento. Dal suo primo governo, fu sì costretto a lasciare, per un avviso di garanzia e per la defezione del suo alleato più importante, la Lega Nord; ma, a metterlo in discussione furono i sindacati e, soprattutto, la protesta popolare nelle piazze.

....Continua

A mali estremi, estremi rimedi?


Immacolata D’Angelo


Una nuova proposta di Salvini: ‹‹raderei tutti i campi Rom al suolo››.

«Radere al suolo i campi Rom? I Rom hanno il diritto e il dovere di vivere come gli altri e di mandare i figli a scuola, ma il campo in quanto tale è al di fuori della legge, col dovuto preavviso gli do la possibilità di vivere come gli altri, ma i campi Rom non dovrebbero esistere» - sostiene Salvini. Mosse le critiche da parte del Vaticano, il quale sostiene che tali affermazioni siano stupide e insignificanti.

Nuova proposta da parte di Salvini: ‹‹raderei al suolo tutti i campi Rom››. Subito la controparte. Il Vaticano sostiene che siano affermazioni siano del tutto insensate, insignificanti e stupide.


....Continua

Alla Diaz fu tortura

L’Italia condannata dalla Corte di Strasburgo per il reato di tortura commesso dalla polizia di stato contro gli studenti nella irruzione che fecero alla scuola Diaz durante il G8 di Genova del 2001.
IndroAttualita/Voci/2015/4/14_Alla_Diaz_fu_tortura.html
Periscope, sta succedendo ora

"Evoco l'uomo moderno nel suo gabinetto di studio, come a dire nella torre di vedetta di una città, munito di telefoni, di telegrafi, di fonografi, di apparecchi radiofonici e cinematografici, di lanterne magiche, di glossari, di orari, di prontuari, di bollettini..."

Daniela BaronciniAttualita/Voci/2015/4/14_Periscope,_sta_succedendo_ora.html
Assegno di mantenimento al coniuge inerte

Rilevanza della mancata attivazione nella ricerca di un lavoro. 

L’assegno di mantenimento si configura quale forma di contribuzione economica che consiste, in caso di separazione tra coniugi e sempre che ricorrano determinati presupposti, nel versamento periodico di una somma di denaro o di voci di spesa da parte di uno dei coniugi all’altro o ai figli (qualora vi siano), per adempiere all’obbligo di assistenza materiale.

LEGGIRubriche/Voci/2015/3/18_Assegno_di_mantenimento_al_coniuge_inerte.html

E dicono che non esiste, la mafia!


L’eretico


Ci stanno accanto e ci condizionano, non ce ne accorgiamo, ma ci avvelenano la speranza …!

Se c’è una cosa che mette in sospetto l’eretico, è sentirsi dire da qualcuno che non esiste la mafia (o la camorra, o la n’drangheta, o sacra corona unita, o le connessioni malavita-politica).

Di quel qualcuno c’è poco da fidarsi, ne è certo l’eretico. Perché nella vita di ogni giorno troppe volte siamo sfiorati da presenze malavitose (talvolta ne siamo anche involontari partecipi).

Ricorda, non ha mai potuto dimenticarli, l’eretico, episodi lontani.

Come in un campeggio, in Calabria. Era sceso con la famiglia (anche l’eretico ha una famiglia) dopo aver prenotato il periodo e concordato il costo, ma all’arrivo trovò all’ingresso, dove c’erano due persone, un tariffario molto più elevato.



...Continua

Scricchiolii sindacali

Mario Guido Faloci


Inevitabile “altolà” della CGIL a Landini

Forse, in Italia il movimento associazionistico, promosso dal segretario della FIOM, non ha smosso ancora molto, pur se ha portato in piazza un po’ più persone, di quelle mostrate con Matteo Salvini & camerati. Però, di certo, rispetto alla manifestazione del segretario leghista, cui i media hanno dato maggiore risalto, ha smosso un po’ più di coscienze.

Lo dimostra il fatto che la Camusso, mostratasi sempre piuttosto guardinga nell’appoggiare l’operato del leader delle tute blu (al di là di un suo qualsiasi coinvolgimento emotivo), oggi si sforzi di richiamare Landini ad un rispetto dei ruoli: nelle sue parole, oggi, si può intendere la linea della segreteria generale CGIL, che vuole ricordare che, se è vero che un sindacato deve fare...

....Continua

Senza amore per la vita
Una bambina come indegna ricompensa
La guerra è di per sé infame perché gli uomini in essa si trasformano diventando non bestie, perché le bestie sono migliori, ma immondizia.
Patrizia VindigniAttualita/Voci/2015/4/14_Senza_amore_per_la_vita.html
Cronaca di una morte annunciata

Ponzio Pilato spegne la Marlboro e fa segno con la mano che si puó cominciare. Si smorzano le luci, arrivano le voci, s'affacciano sull'alto della piazza le fiaccole della Via Crucis.
Daniela BaronciniAttualita/Voci/2015/4/14_Cronaca_di_una_morte_annunciata.html
Il vero pericolo, dell'Isis
La pericolosità del “regno del terrore”
Così disse il presidente F.D.Roosvelt, nel momento in cui divenne cosciente (dopo l’attacco di Pearl Harbur) di non poter rinviare l’entrata in guerra, contro il Giappone: “…l’unica cosa di cui aver paura, è la paura stessa…”
Mario Guido FalociAttualita/Voci/2015/3/31_Il_vero_pericolo,_dellIsis.html

A mali estremi, estremi rimedi?

Immacolata D’Angelo


Una nuova proposta di Salvini: ‹‹raderei tutti i campi Rom al suolo››.

«Radere al suolo i campi Rom? I Rom hanno il diritto e il dovere di vivere come gli altri e di mandare i figli a scuola, ma il campo in quanto tale è al di fuori della legge, col dovuto preavviso gli do la possibilità di vivere come gli altri, ma i campi Rom non dovrebbero esistere» - sostiene Salvini. Mosse le critiche da parte del Vaticano, il quale sostiene che tali affermazioni siano stupide e insignificanti.

Nuova proposta da parte di Salvini: ‹‹raderei al suolo tutti i campi Rom››. Subito la controparte. Il Vaticano sostiene che siano affermazioni siano del tutto insensate, insignificanti e stupide. A sostenere tesi analoghe a queste ultime è Boldrini, il quale afferma che: «Parole inquietanti, solo propaganda».


....Continua

Nicola Gratteri: mafia, n’drangheta e cocaina

Claudio Caldarelli


Il giudice Nicola Gratteri nel suo ultimo libro “Oro Bianco”  (Mondadori, 276 pagine, 18 euro) scritto insieme a Antonio Nicaso racconta, in una intervista rilasciata alla collega Beatrice Borromeo, (pubblicata su il Fatto Quotidiano del 12 aprile u.s.) il mercato della cocaina, i luoghi dove si spaccia di più la droga più redditizia dei titoli di stato. “I titoli di Stato, l’abbiamo visto tante volte, possono diventare carta straccia dopo un crac finanziario o un colpo di Stato. La droga invece è un bene sicuro, come i lingotti d’oro. Ha un mercato garantito dai consumatori occidentali. E a Milano, in proporzione agli abitanti, si sniffa più che in ogni altra piazza Europea”.

Nicola Gratteri di mafie se ne intende, lavora da anni alla Procura di Reggio Calabria, si occupa di clan mafiosi, camorristici e in particolare della n’drangheta. La feroce mafia calabrese. Il collega Antonio Nicaso, giornalista e scrittore, esperto di Cosa Nostra, impegnato sul...

....Continua

Il male del secolo
Non la depressione, ma la camorra: quando la corruzione logora una nazione
Camorra: un termine che fa rabbrividire, solo a pronunciarlo. 
Massimo SalvoPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_Il_male_del_secolo.html

Da Tangentopoli a Expo 2015: A volte ritornano


Ludovica Morico


Tutti ricordano lo scandalo di Mani Pulite e Tangentopoli degli anni ’90. Ci siamo stupiti quando dopo quasi 20 anni dal suo arresto, nel 2009 è stato nuovamente arrestato Mario Chiesa, il primo imputato di Mani Pulite, accusato per essersi intascato tangenti nell’ambito del traffico illecito di rifiuti.

Nel 2008 Milano si è aggiudicata l’Esposizione Universale. A seguire la scelta di costruire il tutto su terreni privati, con enormi vantaggi per i proprietari, e appalti assegnati con consistenti ribassi: da qui la scelta di iniziare ad indagare sulle gare in corso.

Quando iniziano le indagini su Expo 2015, sono proprio quei vecchi nomi degli anni ’90 a tornare in ballo.

Stessa storia, stesso posto, stess

 ....Continua

Corruzione made in Italy


Angelica Basile


Il network 2.0 in Italia si chiama corruzione: la rete di reti che cambia trama ma non protagonisti

È di qualche giorno fa un articolo di Giuseppe Soda apparso su 'Il fatto quotidiano' intitolato "La corruzione? Funziona come un network", nel quale il giornalista analizza dettagliatamente le reti corruttive, identificandole entro confini ben definiti.

Quello che viene inanzitutto sottilineato è come, a differenza delle organizzazioni criminali più note (da Cosa Nostra alla BR), basate su un'impostazione prettamente gerarchica, in cui si distinguono capi e padroni, la corruzione...


....Continua

Kiss Kiss Bang Bang

Marco Camillieri


Siete mai entrati in un tribunale? Si fa un gran parlare di Giardiello, di come abbia “eluso i controlli” e portato una pistola dentro un palazzo di giustizia utilizzandola per far fuori tre persone, a leggere i giornali e sentire i TG l'evento avrebbe dell'incredibile. “Com'è possibile?” si chiedono tutti.

Sono entrato una volta dentro il tribunale di Ragusa con l'avvocato, ero in tuta. Mi controllarono all'ingresso. Chiesi al mio amico come mai avessero perquisito solo me e mi rispose che è perché indossavo una tuta.
Avevo un'aria poco raccomandabile evidentemente. Devo ricordarmene il giorno che decidessi di fare un attentato; se voglio essere attendibile devo ordinare su Zalando l'abbigliamento apposito. Ecco, magari è meglio evitare il passamontagna ed il piede di porco che porto sempre dietro.


....Continua

Il pubblico ministero di Palermo Nino Di Matteo indaga da venti anni contro le mafie a rischio della vita, sua e dei suoi familiari. Indaga sulla trattativa Stato-mafia. Indagine che non si doveva fare, perché porta alla luce fatti “indicibili” avvenuti con l’intervento di “forze esterne alla mafia” riconducibili ad apparati dello Stato: i cosiddetti servizi deviati. Ma che tanto deviati poi non sono, visto che godevano e tutt’ora godono di protezioni ad alto livello istituzionale. 
Claudio Caldarelli - Eligio ScatoliniPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_Contro_le_mafie__Nino_Di_Matteo.html
La Dottrina mafiosa in Italia

Appalti, corruzione ed evasione in una sola parola: mafia. Proviamo a descrivere il fenomeno utilizzando semplici anafore.
La mafia è corruzione, evasione ma soprattutto illegalità.

Daniele AltinaPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_La_Dottrina_mafiosa_in_Italia.html
Cosa Nostra e la strage di Pizzolungo
La strage di Pizzolungo. Sono passati trenta anni, pochi ricordano quel maledetto 2 aprile del 1985, giorno in cui morirono Barbara Rizzo e i suoi due gemelli di sei anni, Salvatore e Giuseppe.
Claudio Caldarelli -  Eligio ScatoliniPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_Cosa_Nostra_e_la_strage_di_Pizzolungo.html
Tre volte ogni giorno
Tre volte in un giorno ci fermiamo per mangiare, tre volte almeno in un giorno proviamo a sentire i nostri cari, tre volte prima dell’alba è il titolo di un bel libro, tre volte in media, ogni giorno, in Sicilia, la mafia ha minacciato nel 2014 alcuni dei sindaci della nostra splendida isola.
Patrizia VindigniPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_Tre_volte_ogni_giorno.html
Mafia Capitale
Respinto il ricorso sulla misura cautelare per Luca Odevaine

Arriva venerdì 10 Aprile la conferma della Cassazione a quanto deciso dal Tribunale del riesame di Roma lo scorso 17 Dicembre in merito all’inchiesta su Mafia Capitale.
Martina AnnibaldiPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_Mafia_Capitale.html
L’inferno campano
Dio perdona, la Natura no
Ancora numerose le vittime in terra campana. A battersi è Don Patriciello: colui che combatte all’ultimo sangue la platea camorrista e il ventre malato del capoluogo partenopeo
Immacolata D’AngeloAttualita/Voci/2015/4/14_Linferno_campano.html
Hanno ucciso Avijit Roy
A colpi di machete. Il blogger di Dhaka, nel Bangladesh, è stato ucciso il 26 febbraio a colpi di machete. Avijit Roy era l’animatore del sito laicista Mukto mona che significa mente aperta.
Simone CerulliAttualita/Voci/2015/4/14_Hanno_ucciso_Avijit_Roy.html
Numeri. Tutto quel che conta, da zero a infinito.
La storia legata ai numeri, ha radici ampie e ben articolate. Di quelle che contemporaneamente, sono in grado di collegare l'antica Grecia all'antico Egitto, o la Mesopotamia al Post Modernismo.

Sara Di PaoloArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/4/14_Numeri._Tutto_quel_che_conta,_da_zero_a_infinito.html

Contro le

mafie:

Nino Di Matteo



La facilità con cui si sbriciolano le nostre strade è una metafora della superficialità con cui questo paese affronta tante sfide. Pochi controlli, poco cemento, molti giri di soldi e una preghiera che non ci scappi il morto. Le grandi infrastrutture costano ma non è vero che mancano i soldi, è vero che si fanno progetti e varianti che fanno lievitare la torta da cui mangiano in molti. Ma se la torta si sbriciola appena la porti in tavola allora è meglio cuocerla bene, mettere gli ingredienti giusti e, se serve, cambiare lo chef. Buon appetito!

FLASH

di Enea Morrone

La grande speranza di Pio La Torre	
Lo so...lo so che per voi la mafia vi sembra un onda inarrestabile...ma la mafia si può fermare...e insieme la fermeremo!!!
Pio La Torre nacque il 24 dicembre del 1927 in un piccolo paese vicino Palermo...
Patrizia VindigniPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_La_grande_speranza_di_Pio_La_Torre.html
Il membro eretto della mafia
l Priapismo, cioè il membro sempre eretto è causa di scarcerazione. Questo è accaduto nel 2010 quando Francesco Castriota, conosciuto nella Milano criminale come Gianco, si rende latitante.
IndroAttualita/Voci/2015/4/14_Il_membro_eretto_della_mafia.html
L’altra Heimat – Cronaca di un sogno

Se qualcosa nella storia del cinema sarà ricordato e studiato al pari un immenso poema epico, questo sarà il ciclo di Heimat. Ora siamo alla quarta cantica, ma non sappiamo se l’ultraottantenne Edgar Reitz si fermerà qui, o...

Riccardo TavaniArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/4/14_Laltra_Heimat_Cronaca_di_un_sogno.html
Indebito

La Grecia è la fondazione stessa dell’Europa, anzi, dell’intero Occidente. Il primo seme di tutto il pensiero, di tutta la prassi, l’arte, la scienza e la tecnica occidentali affonda nella terra originaria della cultura e filosofia ellenica.

Riccardo TavaniArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/4/14_Indebito.html
Trattativa Stato-mafia: l’autodifesa di Calogero Mannino
Lo scorso Dicembre, nell’ambito del processo sulla trattativa Stato-mafia, i pm Vittorio Teresi e Roberto Tartaglia formulavano la richiesta di pena per l’ex ministro democristiano Calogero Mannino.
Martina AnnibaldiPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_Trattativa_Stato-mafia__lautodifesa_di_Calogero_Mannino.html
Corruzione: freno a mano del futuro.
La lotta all’economia sommersa e alle frodi fiscali, sono i cardini del lavoro dei finanzieri. Il male più grande del nostro paese. Quello che tutti amano chiamare il “bel paese” e che...
Sara Di PaoloPrimo_Piano/Voci/2015/4/14_Corruzione__freno_a_mano_del_futuro.html
Le dichiarazioni del Ministro Poletti
Caro Ministro Poletti, in merito al suo discorso riguardo le vacanze degli studenti italiani c’è da dire. Lei ritiene che un mese sia più che sufficiente e che il resto andrebbe distribuito lavorando (gratis) per imparare un mestiere
Roberto ColasuonnoAttualita/Voci/2015/4/14_Le_dichiarazioni_del_Ministro_Poletti.html
Il Festival delle idee
Non fiori ma opere di attualità. Questo potrebbe essere il motto del Festival del Giornalismo di Perugia, giunto quest’anno alla sua nona edizione.

Massimo SalvoAttualita/Voci/2015/4/14_Il_Festival_delle_idee.html
Addio a Giovanni Berlinguer

Il 17 novembre 2001, Piero Fassino vince il congresso dei Ds. Il candidato della minoranza di sinistra, il cosiddetto Correntone, incassa un inaspettato 34%; è Giovanni Berlinguer...
da Il Fatto QuotidianoAttualita/Voci/2015/4/14_Addio_a_Giovanni_Berlinguer.html
Dopo la sentenza sul pestaggio della Diaz.
Prime riflessioni dopo la sentenza della Corte Europea per i Diritti Umani

Mario Guido FalociAttualita/Voci/2015/4/14_Dopo_la_sentenza_sul_pestaggio_della_Diaz.html
Qualcosa di noi 

Come nel Decameron, se ne vanno fuori dalla città, appestata d’ansia e confusione acustica, mentale, emozionale. Fuori Bologna, tra le colline di Sasso Marconi. 


Riccardo TavaniArte_Cultura_e_Cinema/Voci/2015/4/14_Qualcosa_di_noi.html
Il prossimo genocidio

Giusto è colui che non guarda altrove scrive Antonia Arslan, nel suo “La masseria delle Allodole”, romanzo che nel 2004 le valse il Premio Campiello.

Luca De RisiAttualita/Voci/2015/4/14_Il_prossimo_genocidio.html

LA GUERRA E’ UNA FOLLIA

Noi di StampaCritica

Avevano i loro progetti, i loro sogni,

ma le loro vite sono state spezzate.

L’umanità ha detto: “A me che importa?”

LEGGIPrimo_Piano/Voci/2014/9/18_LA_GUERRA_E_UNA_FOLLIA.html